Tavola rotonda

Tavola rotonda “Il coraggio di essere umani”-sabato 1°febbraio

Sabato 1°febbraio presso la Società Umanitaria di Milano, vi aspettiamo a “Stare Insieme Fa Bene”,  appuntamento organizzato da CasAmica in occasione dell’imminente Giornata del Malato (11 febbraio).

La giornata inizierà con la tavola rotondaIl coraggio di essere umani. La qualità della vita durante la malattia” che coinvolgerà, a partire dalle ore 11, figure istituzionali e specialisti del settore, i quali si confronteranno sul tema della vita del malato durante la malattia e nel percorso di cura, con attenzione ai benefici che derivano dalle attività di umanizzazione della cura. In particolare, come può testimoniare l’esperienza di CasAmica, in questo percorso diventa centrale che a dare fiducia al malato non sia solo la speranza della guarigione, ma anche la possibilità di affrontare questo percorso con dignità.

Sarà la Prof.ssa Mariapia Garavaglia, Presidente della Fondazione Roche, ad aprire i lavori dell’incontro; si susseguiranno, poi, i contributi di Stefano Bolognini, Assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità della Regione Lombardia; Filippo Guglielmo De Braud, Professore ordinario presso l’Università degli Studi di Milano e Direttore del Dipartimento e della Divisione di Oncologia Medica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano; Laura Gangeri, consulente della SSD Psicologia Clinica della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano; Stefano Gastaldi, Direttore Generale CasAmica Onlus e Sergio Manna, Professore Pastorale Clinica presso Facoltà Valdese di Teologia. Modererà l’incontro Luigi Ripamonti, Direttore Corriere Salute (Corriere della Sera).

La tavola rotonda vedrà inoltre la partecipazione straordinaria di Francesca Schiavone, tennista di fama internazionale che racconterà la propria esperienza nell’affrontare la malattia.

 

Per il programma completo della giornata: https://www.casamica.it/stare-insieme-fa-bene/

La partecipazione all’evento dà diritto a due crediti per la FORMAZIONE CONTINUA dei giornalisti.

Credits: Flowers Creative