CasAmica trasvola l’Atlantico

Riportiamo la lettera di ringraziamento che il Console dell’Ambasciata d’Italia a Quito Dottoressa Enza Franca Bosetti, Capo della Cancelleria consolare, ci ha inviato, con parole di apprezzamento e stima per la nostra mission.

Lo scorso mese di giugno ci è stato segnalato il caso di un nostro connazionale che doveva essere rimpatriato in Italia dopo mesi di ospedalizzazione in Ecuador per essere curato nei nostri centri di eccellenza milanesi.

Il caso ci è stato segnalato da Irene, un’ostetrica della Mangiagalli con la quale abbiamo stretti rapporti di collaborazione; ci chiedeva la nostra disponibilità a ospitare la madre di Rosario, che vive a Palermo e che da mesi non vedeva il figlio che, a seguito di un brutto incidente, era stato ricoverato nella capitale ecuadoregna per molto tempo, senza tuttavia giungere a una guarigione. La madre si è rivolta all’Ambasciata Italiana e ha ottenuto che Rosario fosse rimpatriato; ora è ricoverato al Gaetano Pini in Chirurgia Ortopedica per completare gli esami diagnostici, valutare la sua complessa situazione e successivamente programmare un piano riabilitativo-terapeutico.

La mamma è stata accolta in una delle nostre Case e abbiamo provveduto anche a procurarle il trasporto necessario per poter andare a visitare il figlio in ospedale. Anche lei ha poi espresso parole di apprezzamento verso volontari e operatori di CasAmica, che ha sentito vicini e partecipi alle sue preoccupazioni e al suo dolore.

Questa lettera, a riprova che lo stile di ospitalità di CasAmica è ormai conosciuto e apprezzato, ci rende particolarmente orgogliosi.

Leggi la lettera